I pilastri della terra, Ken Follet – un po’ di storia, un po’ d’architettura e un romanzo…



Recensione vecchia…2009
L’avevo iniziato molto tempo fa e poi accantonato quasi alla fine…un po’ per la lunghezza e un po’ perche’ sembrava avere un ritmo molto lento.
Pero’, avendo acquistato, in un periodo di carenza di letture interessati, “Il mondo senza fine” dello stesso autore, mi sono accorta che era il seguito di questo solo a casa (quando si dice la fortuna eh?!), e visto che anche rivoltando casa di mia madre da lei non l’ho trovato, l’ho dovuto comperare nuovo.

Per iniziare potrei dirvi che il libro, che conta tantissime riedizioni, e’ stato pubblicato per la prima volta nel 1989 e rimase nella classifica come best-seller del Time per 18 settimane.
E’ un libro “diverso” dal ramo “giallistico” (con tendenze piu’ da “triller” che da “noir”) che solitamente attrae lo scrittore e ha richiesto una notevole documentazione non solo sugli stili medievali, così ben descritti che vanno dal precetto benedettino alle usanze popolari medievali ma, anche una buona conoscenza dell’architettura e dell’arte che nel periodo da lui descritto passavano dall’architettura Romanica a quella Gotica passando fra le piccole abbazie dei monaci cistercensi (chiese cistercensi, infatti individuano un capitolo a se stante dell’architettura) sulla via di Santiago De Compostela.
In tutta questa storia raccontata e più o meno abbellita a seconda dell’esigenza, si snodano una serie di vicende che coinvolgono più nuclei famigliari le cui vicissitudini, amori e disavventure si intrecciano e si scontrano in continuazione. Tom sogna di essere il mastro costruttore di una cattedrale, la storia di Ellen la “strega” del luogo che a dispetto della sua nomea e’ una bellissima donna con una grande umanità ma poco avvezza a scendere ai compromessi essendo sempre stata costretta a combattere per se stessa e suo figlio per la sopravvivenza, la figlia del conte Aliena defraudata insieme al fratello del suo feudo e che non vuole sposarsi finché non lo riavrà, jack che da ragazzo ingenuo cresciuto nella foresta che attraversa l’Inghilterra, la Francia e poi la Spagna alla ricerca della propria identita’ e per imparare di piu’ sulle nuove cattedrali gotiche etc etc… e’ un po’ lungo, in effetti 1030pg., ma comunque notevole.
L’unica cosa ho l’impressione che il deus ex-machina che serve a chiudere i tanti sospesi delle varie storie personali, e’ stato usato un po’ sbrigativamente quasi tutto insieme…rimane pero’ un libro da leggere….veramente!

I Pilastri della Terra
Ken Follett
Mondadori, Oscar Bestsellers
Prezzo 10,50€


2 thoughts on “I pilastri della terra, Ken Follet – un po’ di storia, un po’ d’architettura e un romanzo…

  1. L'autore ci tiene a specificare che il romanzo si fonda su informazioni storiche reali. In effetti cosi' pare anche per le tecniche di costruzione. Temo però che la cattedrale raffigurata, esista, nel tempo sia stata modificata, come avviene per tutti i luoghi di culto che nel tempo vengono *migliorati* ma che non sia necessariamente legata ai luoghi che sono raccontati.
    p.s. se non vado errata dovrebbe uscire fra qualche giorno anche la recensione del libro successivo, se ti puo' interessare, che si chiama “Il mondo senza fine”.
    Buona giornata;)
    Simona

    Like

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

Connecting to %s

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.