"La giusta Felicità", Samanta Catastini – Un po’ troppo per me…


…forse avrei dovuto pensare che essendo una lettrice assidua di Jane Asten qualsiasi testo facesse riferimento al periodo che va dal 700 all’800 mi sarebbe sembrato falsato.
La storia e’ perfettamente in linea con la narrativa del periodo, intenta a descrivere gli interessi leziosi e civettuoli di donne nate per maritarsi, evento per il quale, si preparano tutta una vita. Eppure il personaggio di Emma non riesce a sollevarsi dall’immagine della ragazzina capricciosa (Jane non aveva mezze misure o descriveva dal punto di vista dei personaggi vuoti o da quello dei personaggi che riteneva piu’ saggi, unica eccezione Northangher Abbey che non ebbe pari fortuna degli altri romanzi) nonostante la si dipinga come colei che e’ piu’ interessata alla cultura dalla quale non sembra aver appreso lezioni.
Non e’ un cattivo lavoro anzi ,per chi ama il genere, puo’ essere un ottimo passatempo quello che io cambierei sono soltanto due cose il racconto in prima persona di Emma e il particolare della Divina Commedia che sostituirei con altri libri inglesi.

La giusta Felicità.
Samanta Catastini
& MyBook Editore,Ed. 2009
Collana “Narrativa”
Prezzo 12,00€

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

Connecting to %s

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.