"Orgoglio e pregiudizio." Jane Austen – Bisognerebbe rileggerlo ogni tanto…



Devo fare una piccola premessa, questa recensione e’ stata scritta ai primi di Gennaio 2010 e all’epoca commentavo un libro che avevo riletto a Novembre 2009. Quindi non e’ una conclusione cui sono arrivata oggi, ma e’ una convinzione che c’e’ da un po’…a voi l’arduo giudizio . Cia’

….e l’ho riletto ultimamente. Ne ho sentito il bisogno dopo aver visto lo speciale di Saviano, che quest’anno, onde non rimaner schiacciato dalla situazione in cui vive, parlava della sua più grande paura ovvero la diffamazione. Ha fatto una serie di esempi, grandi esempi, Saro Wi-wa, Salamov, Hickmet e Politkovskaja….pero’ mancava qualcuno, che aveva scritto in maniera forse piu’ leggera, del tema della forza della parola… mancava lei, la cara Jane. Le sorelle Bennet non sono state in un lager o perseguitate politiche e anche se si muovono saltando da un salotto all’altro, ora civettando e ora sussurrando parole affettate  – strette nelle etichette in voga nel periodo-, pero’ sono anche loro, sono malgrado tutto, rappresentanti di ciò che la parola o il racconto di una situazione, ponendo l’accento su alcuni aspetti invece che altri, può assumere significati differenti anche se la sequenza dei vocaboli e’ la medesima. 

Magari in quella lista non ci sarebbe mai entrata, non ci sono morti, non c’e’ violenza, c’e’ solo la ricerca della felicita’ di donne che sanno di essere nate per maritarsi, ma c’e’ pero’ questo grande esempio di morale dettata da una giovane che poi da grande, prima di far ripubblicare lo scritto, lo rimaneggia accentuando questo o quel personaggio, senza pero’ cambiarne i significati reconditi. 
Un libro da leggere ogni tanto, con una bella tazza di tè e magari un bel fuoco…solo per sorridere un po’ e ricordarsi, fra una frase e l’altra che il potere della parola e’ sempre stato e sempre sara’ legato all’onesta’ di chi la pronuncia o la scrive..ma tenendo ben conto che, pero’, Jane non scriveva per altri che per se stessa…ma questo ve lo racconto la prossima volta:)


La versione che ho riletto io e’:

Orgoglio e pregiudizio
Jane Austen
Giunti Editore, ed. 2008
Collana “La biblioteca ideale”
Prezzo 8, 50€



Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

Connecting to %s

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.