[Dal libro che sto leggendo] "Toxic.Come smettere di ammazzare la gente e imparare a lavare i piatti."

E’ il dialogo fra il sicario e la figlia del predicatore cui il protagonista ha chiesto asilo.

La ragazza dei ghiacci soppesa la questione, finchè dice: “Quindi allora sei… un serial?”
“No”
“Che cosa cuole dire, no?”
“Non sono un serial killer. Sono un killer e basta”
“Okay”
“E poi c’e’ una bella differenza tra ammazzare e uccidere.”
“Ah si?” chiede alzando le sopracciglia.
“Si.E’ come la differenza tra una professione e un hobby.”
“Che vuol dire?”
“Ammazzi perchè lo scegli tu. E in genere è sbagliato. Uccidere è qualcosa che devi fare, altrimenti sei morto. Non c’e’ niente di sbagliato.”
“Che stronzate.”
“Stronzate?”
“Si. Credi che le tue vittime sentono la differenza? “Oh come sono contento di essere stato ucciso e non ammazzato! Cambia Tutto!” Stronzate del cazzo.[..]”

Il libro è:
Toxic.
Come smettere di ammazzare la gente e imparare a lavare i piatti.
Hallagrimur Helgason
ISBN Edizioni, Ed 2010
Collana “Special Books”
Prezzo 15,00€

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

Connecting to %s

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.