"Un peso sul petto", Vittoria a. – Nonsense…

Immagine presa da qui

“Nonsense” è forse il termine più corretto per raccontare questo piacevolissimo libro. Nonsense perché “è quel che non è, nonostante non lo sia”! Andiamo per gradi.
La trama racconta delle vite di alcuni abitanti di Edimburgo e dintorni 5 donne e due uomini. Tutti hanno un grosso problema quello dell’insoddisfazione e di un passato non sempre felice. Vengono, tramite la descrizione di ogni personaggio, messi insieme i gradi dell’infelicità che non sono valori universali per tutti, ma appartengono anche nella realtà al vissuto di ognuno. C’e’ un omicidio, poi un’altro ci sono anche un ispettore e due assistenti che indagano e c’e’ Edimburgo che dall’alto dei suoi edifici datati e di notte un pò minacciosi che osserva la scena come uno spettatore davanti ad un film.

Perchè questo libro sia una “Nonsense” è dato da due ragioni, una delle quali è legata alla lettura del libro stesso e non ho alcuna intenzione di rivelarvela, l’altra è data dalla immensa maestria con la quale Vittoria a. (e’ scritta così in copertina non c’e’ errore!) ha trasformato tutti i suoi personaggi come protagonisti e quindi è come leggere circa 10 storie diverse che si intrecciano fra loro solo nel momento in cui qualcuno muore o è già morto. E’ questo il bello di questo libro e l’interessante è il potersi muovere come uno spirito fra le strade di questa città entrando ora in un corpo e ora nell’altro attraversando questo noir non supinamente da classico lettore ma attivamente. La scelta coraggiosa di preferire una formula alquanto complicata di passare da un corpo ad un altro, senza che il lettore ne risenta, e facendogli conoscere tutti i dettagli di una vita attraverso azioni che si svolgono nella contemporaneità rende lo scritto non solo accattivante ma con un ritmo sempre teso alla scoperta del passo successivo. Non posso raccontarvi nel dettaglio, perché come avviene per ogni giallo, se lo facessi ne rovinerei il gusto della lettura, ma posso dirvi che si avvicina molto al testo recensito qualche tempo fa della Christie, anche se quest’ultima si poneva sempre come spirito narrante cosa che invece questo testo non necessita avere perché è completo così come è stato congegnato.


L’ho trovato grazie alla segnalazione di Giuseppe Foderaro e devo ammettere che questo testo è stata una vera e propria rivelazione. E’ una lettura decisamente consigliata a chi vuole conoscere l’andamento della letteratura contemporanea, fuori da certi giri radical-culturali che saranno pure chic, ma che non hanno poi molto da offrire più che i soliti racconti sempre tutti uguali. Leggere Vittoria, come i tanti altri segnalati nel tag dei nuovi scrittori, significa conoscere un mondo diverso che non ha bisogno di etichette per sperimentare perché hanno contenuti e il talento per svolgerli al netto delle vuote correnti contemporanee.
Ringraziando Giù, come faccio di solito con tutti coloro che mi segnalano delle letture,per vari motivi, vi auguro buona lettura!




Un peso sul petto
Vittoria a.
Eclissi Editore, ed. 2011
Collana “I Dingo”
Prezzo 12,00
e se volete averlo subito senza girare troppo lo trovate qui: Eclissi Editore



6 thoughts on “"Un peso sul petto", Vittoria a. – Nonsense…

  1. E io sarò felice di leggerlo, trovo che ci siano un sacco di autori nuovi che hanno molto da dire e che dovrebbero essere presentati al grande pubblico che invece supinamente accetta di leggere sempre quello che propongono le grandi case editrici senza badare alla qualità di quel che comprano! Grazie Bussola, vado a loggarmi sul tuo blog;)

    Like

  2. Ciao, eccomi, arrivo anche io in ritardo e in preda alla disorganizzazione da blog. Grazie ancora di cuore per questa strepitosa recensionee per la tua gentilezza! 🙂 Un abbraccio,
    Vic

    Like

  3. Ecco diciamolo va, Vittoria non sapeva nulla della recensione quindi non è un accordo, ma come spesso avviene ha dovuto aspettare la pubblicazione;)
    Di nulla mia cara 😉

    Like

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

Connecting to %s

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.