[Dal libro che sto leggendo] Il Quarto comandamento


Immagine presa da qui
“In quegli anni (parla della fine degli anni ’70) le prime pagine dei giornali erano colme di sagome esanimi ora riparate dal lenzuolo, ora scoperte sotto le sequenze di flash. Sia gli inquirenti sia i semplici curiosi avevano fatto il callo a questi sanguinosi spettacoli, al punto che oramai facevano fatica a distinguere un cadavere dall’altro. Abituarsi alla morte, è questo che Mario temeva per sé, per i suoi figli, per i suoi lettori. Far diventare le vittime soltanto numeri, percentuali, fotografie che incorniciano l’articolo, date da commemorare. Francese sapeva bene che non c’è cosa peggiore per frenare la la coscienza civile, e non voleva piegarsi a questa tendenza. Lui voleva raccontare, diventando una cerniera fra i fatti e la loro interpretazione. Senza orpelli. Senza velleità personali. Scrivendo ossessivamente quanti più pezzi al giorno. Il giornalismo era uno strumento e lui svolgeva semplicemente il suo mestiere. Raccontava. E se qualcuno ha intravisto nelle sue parole un pericolo, un’arma da sotterrare per sempre, allora vuol dire che Mario aveva colto nel segno. […]

[…] Palermo vanterà un infelice primato per quegli omicidi. Quella lunga serie di uomini innocenti lasciati cadere sull’asfalto non deve mai diventare un semplice elenco di caduti, una litania da recitare nelle occasioni commemorative. Con il suo impegno civile Mario Francese ha fatto il possibile perché nelle menti dei cittadini i nomi delle vittime di mafia non si trasformassero in una lista senz’anima. La sua storia e il suo giornalismo sono ancora oggi una scossa per le coscienze di chi ha voluto lasciare sotto un bianco telo di indifferenza i volti, i nomi, le storie di quelle vittime.”

Il quarto comandamento
La vera storia di Mario Francese che sfidò la mafia e di suo figlio Giuseppe che gli rese giustizia.
Francesca Barra
Rizzoli editore, ed. 2011
Collana “Saggi Italiani”
Prezzo 17,90€

2 thoughts on “[Dal libro che sto leggendo] Il Quarto comandamento

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

Connecting to %s

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.