[Dal libro che sto leggendo] Gesù è più forte della camorra

“[…]
A volte mi sembra che i morti di camorra e le faide servano a qualcuno o a qualcosa, forse anche all’industria dell’anticamorra, con i suoi luoghi comuni, i suoi fregi, le sue promesse di libertà di questa società che offre sempre più risorse, ricchezze e protezioni a chi è già ricco e privilegiato, e quindi non è soggetto a rischio per la collettività.

Sottocultura e a pregiudizi

Nei confronti della criminalità, altri luoghi comuni sono la spia di una sottocultura intollerabile della gente ritenuta “Perbene”. Il sistema malavitoso, cioè, penetra nella coscienza civile al punto da condizionarla senza che nessuno se ne renda conto. Provoca assuefazioni, silenzi, mancate denunce. L’omertà, spesso, è la conseguenza di questa sottocultura, non della paura. La frase che riassume questa “Filosofia” è tipica di una spiccia filosofia napoletana: “chi va pè chisti mare, chisti pisci piglia” (cioè “chi va per questi mari, questi pesci piglia”, vale a dire: ch fa certe scelte, non può pensare di vivere beato e tranquillo), una frase che mi provoca dolore, rabbia e sconcerto.[…] “


Gesù è più forte della camorra
Don Aniello Manganiello, Andrea Manzi
Rizzoli editore, Ed. 2011
Prezzo 17,00€

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

Connecting to %s

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.