[Dal libro che sto leggendo] La stanza degli animali

Immagine presa da qui


Non mi posso dilungare troppo con la citazione questa volta, perché vi presento un piccolo , vero gioiello. E’ stato un fine mese interessante. Quasi per consolarmi delle brutture degli aggiornamenti blogger che non fanno funzionare la programmazione dei post e ne fanno sparire i contenuti, la buona sorte, mi ha messo un mano un buon numero di libri che hanno saputo non solo stupirmi e affascinarmi con la scrittura e l’intelaiatura della trama, ma sono riusciti anche a colpire il mio cuore (probabilmente perchè toccano temi sui quali sono più sensibile). Ed insieme al libro di Garufi, citato la scorsa settimana, arriva anche questo “delizioso” racconto di Mozzi. Ora *delizioso* è un po’ forte da associare a questo scritto, me ne rendo conto (a voi sta scoprire il perchè!), ma la definizione è riferita ad una serie di descrizioni (come la descrizione di due modi diversi di “dimenticare”) che rimarranno con me per parecchio. Non sono immagini da citare, anche se sono veramente d’effetto, ma da conservare per noi stessi e per la nostra intimità. Ma questo sarà l’argomento della recensione che vi posterò più in là…io, fossi in voi non me lo lascerei sfuggire!
Buone letture,
Simona

1. Recitativo  

Gli animali di mio padre sono tutti morti.
Nella casa vecchia
avevano una stanza tutta per loro,
una stanza strana:
si accedeva solo dal giardino
e non aveva finestre. Un ripostiglio
enorme, con vecchi scaffali di metallo verniciato in grigio o in blu
(andavano molto negli anni Settanta)
ereditati dagli inquilini precedenti.
Sugli scaffali mio padre aveva
allineati i barattoli, Negli anni
la formalina era diventata gialla e rossastra
come l’urina di un giorno di sete.
Gli animali venivano dalla Somalia,
dalla Laguna Veneta, dal Golfo di Taranto,
dal Delta del Danubio. Li aveva accumulati
negli anni delle missioni scientifiche, mio padre
e li aveva disposti con cura
Poi li aveva dimenticati, come
dimentica ogni cosa, mio padre.

La stanza degli animali
Giulio Mozzi
:Duepunti Edizioni, Ed. 2010
Collana “Zoo||| Scritture animali”
Prezzo 6,00€

One thought on “[Dal libro che sto leggendo] La stanza degli animali

  1. Come sempre chicche deliziose da assaporare e sedimentare dentro di sè. Mi piace l'attenzione che sempre riservi alle piccole case editrici, agli autori non strombazzati, ai temi più particolari, ma senza snobismo, con una carica di leggerezza e di condivisione che mi conquista sempre di più.

    Like

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

Connecting to %s

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.