[Dal libro che sto leggendo] "Winesburg, Ohio"


Immagine presa da qui

Questo è uno dei migliori libri che mi sia capitato di leggere da un paio di mesi a questa parte, non che gli altri siano stati brutti, ma non erano questo. C’e’ una vita, uno sconvolgimento interiore, l’incastro di vite e di umori che si fondono in un’unica sinfonia. E’ un libro composto da una serie di voci, quelle di tutti i personaggi di questa cittadina dell’Ohio e al contempo è l’armonico racconto di una sola che ora sembra quella del suo autore e ora quella di un giornalista in erba.
L’ho finito proprio stasera (martedì 12/6) e, seppur avevo programmato un’altro post, ho preferito inserirvi questo.
Buone letture,
Simona

IL LIBRO DELLE CARICATURE

Lo scrittore, un vecchio signore con i baffi bianchi, ebbe qualche difficoltà ad andare a letto. le finestre della casa in cui viveva erano in alto e il vecchio voleva poter vedere gli alberi di fuori, svegliandosi al mattino. Un falegname era venuto a sistemare il letto in modo che fosse all’altezza della finestra.

Si fece un gran chiasso riguardo la faccenda. il falegname, che era stato soldato durante la guerra civile, entrò nella stanza dello scrittore e si sedette per parlare della costruzione di una piattaforma per levare il letto. Lo scrittore aveva dei sigari e il falegname fumò. 

Per un po’ i due uomini parlarono dell’elevazione del letto e poi parlarono di altre cose. Il soldato iniziò a toccare l’argomento della guerra. In realtà fu proprio lo scrittore a condurlo su quell’argomento. Il falegname una volta era stato prigioniero nel carcere di Andersonville e aveva perso un fratello. Il fratello era morto di fame e ogni volta che il falegname toccava l’argomento piangeva. Egli, come lo scrittore, aveva i baffi bianchi e quando piangeva arricciava le labbra all’insù e i baffi saltellavano su e giù. Quel vecchio che piangeva con il sigaro in bocca era ridicolo. Il progetto che lo scrittore aveva per l’elevazione del suo letto fu dimenticato; il falegname, poi, fece a modo suo, e lo scrittore, che aveva superato la sessantina, dovette aiutarsi con una sedia quando andò a letto quella sera. 

Il libro da cui è tratto questo pezzo è:


Winesburg, Ohio
Sherwood Anderson
Dalai Editore, ed 2012
Collana “Classici tascabili”
Prezzo 7,90€ 

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

Connecting to %s

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.