"Vertigo", Ahmed Mourad – Dall’oriente sconosciuto…

Immagine presa da qui

Quando comprerete questo thriller, fatevi un favore, sedetevi e dedicategli il tempo che serve per leggerlo. E’ un lavoro ben fatto ambientato al Cairo e lo scrittore è un egiziano. Cominciamo con il dire che non riconoscerete in questo libro i canoni tradizionali occidentali che ci fanno distinguere un testo da altri come appartenente alla sua categoria dei thriller, ma lo stile c’e’ e ci sono anche la storia, i protagonisti ed è coerente dall’inizio alla fine, ricorda lo stile di Robert Harris in Gostwhriter, ma con una presentazione di ampio respiro, dei protagonisti e dell’ambiente che li circonda, per poter entrare nella storia. Chiaramente, non vi introdurrà alla ricerca di Graal e oggettini vari che dovrebbero decretare la fine del mondo e nemmeno ci saranno ufo che scenderanno dal cielo. Ci sarà una semplice, ma al contempo complicata, storia di collusioni fra stato e una ristretta cerchia di “eletti” che si spartiscono soldi e potere a danno della popolazione. Vi ricorda qualcosa? Ecco, Marsilio ha anche scelto il momento giusto per pubblicarlo, è uscito infatti il 4 Luglio e ha tutte le carte in regola per poter diventare un filone molto seguito, non necessariamente per il tema ma per lo stile.

Questo perchè, come ci ricorda questo bel lavoro, non è necessario attingere da leggende e affini per fare un buon lavoro e nemmeno che lo scrittore di muova fra il mondo delle armi e affini per creare effetti pantagruelici all’americana, creare suspence ma, come in questo caso, basta una semplice foto.
La storia infatti inizia con un fotografo squattrinato, che si divide fra la religione musulmana più ortodossa che rifiuta la riproduzione delle immagini e un lavoro che non lo soddisfa completamente. Una notte, nell’albergo dove lavora, viene richiesto che il grande ristorante, che si trova in cima all’edificio, il Bar Vertigo, venga chiuso al pubblico perchè stanno arrivando due personaggi importanti che devono discutere di alcune questioni lontano da orecchie e sguardi indiscreti. L’incontro avviene, ma succede qualcos’altro che dovrebbe destabilizzare la politica e il paese cui appartiene e invece segue il silenzio, rimangono delle immagini, che forse non sono solo quelle di cui si conosce l’esistenza ma… quel che segue sta a voi scoprirlo! Non penserete che io vi dica tutto!

Come accennavo all’inizio, la differenza fra questo libro e altri patinati thriller, da fascetta che inneggia al “best seller che nemmeno è uscito e già si stava ristampando” è questa aura di autenticità. È come se Indiana Jones e suoi successori oggi informatici, che cercano indizi nelle leggende mitiche, per un attimo fossero evaporati lasciando spazio ad un racconto franco e alla ricerca di una suspence che non è generata da effetti speciali o non tangibili e verificabili ai più ma è frutto del gioco forza fra autore, che centellina le informazioni, e lettore che cerca la soluzione prima che la parola fine sia messa da chi scrive.
Insomma io l’ho trovato magnifico, l’ho letto tutto d’un fiato e, devo ammettere, se avessi avuto notizia di altri titoli del medesimo scrittore, sarei uscita di casa per andarli a comperare.

Buone letture a tutti,
Simona

Vertigo
Ahmed Mourad
Marsilio Editore, Ed. 2012
Collana “Farfalle”
Prezzo 18,00€




– Posted using BlogPress from my iPad

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

Connecting to %s

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.