"Lo Sturangoscia", Davide Predosin e Carlo Sperduti – Magie da laboratorio letterario…


Predosin e Sperduti
Fonte: Canale Gorilla Sapiens Youtube


C’è un segreto nascosto in questo libro, ma di solito si scopre quando lo hai finito. L’oggetto per il quale ha inizio tutto questo c’è, ma non è più come prima. Questa storia inizia per caso; un po’ perché se Vasca non avesse atteso invano l’arrivo dello sturangoscia e , successivamente scritto a Trincavella per sapere dove fosse finito, non avrebbe saputo che era stato rubato e un po’ perché le lettere nascono un po’ per scherzo in un carteggio, che rasenta l’assurdo e il comico, che viene scambiato fra due prolifici autori della Gorilla Sapiens. Ecco, se non li avete mai visti, Predosin e Sperduti sono due gemelli (solo di anima e non di aspetto) separati alla nascita e si completano talmente tanto da far pensare che questa ipotesi sia del tutto plausibile. Li si distingue solo per la dizione, in entrambi perfetta ma in uno dei due con la cadenza tipica del luogo di provenienza.

Quindi Vasca e Trincavella e tutti i loro amici e nemici vengono fuori per scherzo e di lettera in lettera si presentano e stringono o rinsaldano rapporti senza soluzione di continuità. Vasca è un solitario inventore che appena trova qualcuno a tiro è felice di poterlo travolgere con la sua parlantina, Trincavella è impegnatissimo in una associazione segreta e quasi massonica dove è d’uso travestirsi per filosofeggiare, e la filosofia lo porta a calarsi in una lingua che, per essere compresa, richiede un lungo periodo di studio. Poi ci sono i cattivi che sono come il titolo di un famoso scritto di Pirandello “Uno, nessuno e centomila” – ma solo il titolo eh! – e c’è l’investigatore cui la ricerca dell’oggetto rapinato cambia totalmente la vita. Se non fosse perché all’inizio della prima lettera c’è scritto l’anno di riferimento, a parte qualche piccolo indizio, non riuscireste a capire in che periodo siete.

All’apparenza quindi sembrerebbe un lavoro un po’ disarticolato, tanti personaggi, storie personali molto diverse fra loro che si incrociano fra le righe di lettere scritte nella maniera di altri tempi, che riportano date riferite alla metà degli anni ’80, e hanno come unico motivo principale disquisire di uno strano oggetto che dovrebbe togliere le varie tipologie di angosce che potrebbero tormentarci in vita; state pensando ad un lavoro caotico, vero? Ecco, sono erta che parrà strano, ma non è così. Lo scorrere delle lettere scambiate garantiscono alla storia un fil rouge che ci accompagna e non ci fa perdere di vista la trama principale. A questo si aggiunge che l’utilizzo di un linguaggio formale, che rimanda a periodi antecedenti al 1985, che sottolinea anche l’età dei nostri protagonisti e lo stesso stratagemma viene utilizzato in altre modalità per darci indirettamente altri indizi sugli implicati nella vicenda.
Pertanto tutto ciò che sapremo sul personaggio creato da uno degli autori ci verrà svelato nelle risposte dell’altro alla sua missiva.

Come detto nell’assaggio del libro che vi avevo dato la scorsa settimana questo lavoro è veramente la dimostrazione che si può giocare non solo con le parole ma anche con gli stili letterari. Giocare è una parola leggera in questo caso, perché nella fucina di talenti di Gorilla Sapiens si va ben oltre, il laboratorio e la piccola famiglia che si è creata dietro fra autori ed editore garantisce l’ampia libertà di sperimentazione individuale e di gruppo. E questo ne è un ottimo esempio, non solo del talento di Sperduti e Predosin di gestire il genere epistolare, come anche il semplice racconto o il piccolo romanzo. Non si tratta di scrivere solo per farsi leggere, ma per esplorare insieme nuove forme di narrazione in cui solitamente non è facile incappare; il tutto gestito con il fare divertito di due autori che un bel dì decisero di scriversi, impersonando personaggi di fantasia e costruendo una trama lettera per lettera senza pianificare nulla prima. 

Ah, dimenticavo! Lo sturangoscia c’è eccome, ma non vi voglio svelare dove sia e come sia fatto oggi. ma sono certissima che lo troverete da soli!

Veramente un libro imperdibile!
Buone letture,
Simona

Lo sturangoscia
Davide Predosin, Carlo Sperduti
Gorilla Sapiens Edizioni, Ed. 2015
Prefazione Alessandro Sesto
Illustrazioni di Elisa Macellari
Collana “Scarto”

Prezzo 10,50€

Fonte: LettureSconclusionate

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

Connecting to %s

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.