Liebster Award 2016

Oh! Un post di martedì? Sarà mica un cruciverba? No, tranquilli per il cruciverba se ne riparla il secondo martedì di Agosto. Io non sono una grande fan dei post-tag, ma essendo stata nominata due volte da  Alessandra di “Una lettrice”, sarebbe scortese non rispondere almeno questa volta. Per cui ecco qui e cominciamo con le formule di rito.

Sono stata nominata dal blog “Una lettrice” (https://unalettrice.org/) ed eccomi a rispondere alle domande del Liebster Award 2016.

1) Cosa stai leggendo?    “Girl with green Eyes” di Edna O’Brien (vecchia edizione Penguin Book UK) e “WUH” di Andrea Paolucci (bel libro Gorilla Sapiens)
2) Per te qual è la storia d’amore più bella di tutti i tempi e perché? (Puoi citare libri, film ma anche raccontarmi come si sono conosciuti i tuoi nonni…vale tutto :))   La storia più bella d’amore che io abbia mai letto è un racconto, dal titolo non si direbbe, che sia chiama “Madrigale funebre”  racchiuso nella raccolta di racconti di Gustaw Herling del 2000, mi sembra, che è intitolata “Don Ildebrando e altri racconti“. E’ la storia di un amore non corrisposto, non per volere di uno dei due, per ragioni temporali. Una studiosa di madrigali dei giorni nostri (1900) s’innamora dell’autore che più rese famoso questo genere, Carlo Gesualdo principe di Venosa. Mi vengono i brividi ancora oggi.
3) Passatempo preferito?   Il mio? Il mio, mio di me medesima? A parte leggere, fare i quilt – che pochi sanno che sono – e stare con i miei adorati gatti…
4) Consiglia due libri imperdibili, due libri che secondo te tutti dovrebbero leggere.   Due soli? Una cattiveria insomma… Io mi innamoro di quasi tutti i libri che leggo, tranne quelli che son sòle o brutti!!! Vabbuò facciamo i furbi! A parte quello già citato aggiungiamo anche “Un incontro casuale, Rachel Cohen – Adelphi – e “L’insegnante di astinenza sessuale” di Tom Perrotta – Edizioni E/O -.
5) A cosa pensi prima di addormentarti?   Di solito a quanto mi piacerebbe leggere il giorno dopo nonostante gli impegni.
6) Qual è un sogno che vorresti realizzare?   Visitare Londra.
7) Mini-vacanza. qual è un posto in Italia che consiglieresti per trascorrere un bel weekend?    Lago Trasimeno nel lato che va dalla zona lago a Cortona. E’ una zona bellissima e rilassante da conoscere.
8) Qual è un post del tuo blog che ti piace particolarmente? Linkalo.   Devo ammettere che, oltre a piacermi è un post di cui vado veramente orgogliosa perché poi è comparso su una rivista online di letteratura di alto livello come Pelagos Letteratura ed è la recensione di Cupo tempo gentile di Umberto Piersanti – Marcos Y Marcos – libro bellissimo.
9) Perché alle persone piace il tuo blog?    Recentemente ho ricevuto due feedback da due lettori che posso utilizzare per rispondere a questa domanda – che fortuna eh? -. Da una serie di spunti visto che si parla di libri di generi diversi; da un lato è difficile non trovare qualcosa che ti interessi e dall’altro puoi sbirciare nei generi che di solito non frequenti. L’altra osservazione viene da una blogger “Appunti di una lettrice” che dice di me “Non ha paura di dire ciò che pensa di un libro”. Ecco sì, io tratto chiunque passi di qui, come fosse un mio amico di vecchia data e, ad un caro amico, non darei mai una fregatura. Per cui qui si dice solo quel che si pensa realmente nel bene e nel male cercando, in entrambi i casi, di capire dove inizia e finisce il gusto personale e dove invece il giudizio diventa di tipo oggettivo.
10) Hai comprato qualcosa con i saldi?   Ebbene no. Tranquilli niente catastrofi! Però ho mantenuto il mio standard con 25 libri all’usato (inizio mese!! Altrimenti gli affezionati della rubrica mensile mi si suicidano!) vale lo stesso?
11) Se potessi migliorare la tua vita cosa sarebbe la prima cosa che cambieresti?    Metterei il silenziatore al mondo quando devo scrivere i post perché quello che succede realmente quando mi appresto a scrivere di un libro è: – faccio la vaga salendo le scale (nemmeno me lo dico mentalmente quello che sto facendo, tante volte qualcuno sia in grado di leggere i miei pensieri!!); – mi siedo davanti il pc facendo finta che controllo la posta e apro il blog e, non appena clicco su “nuovo post” partono le urla, il folletto, strombazzamenti vari delle macchine della piazza e ogni tanto anche i fuochi d’artificio (spesso scrivo a sera tardi).
12) E perché non lo fai? (Bonus, domanda solo per coraggiosi!)   Per silenziare il mondo c’è poco da fare ma, in altri casi, qualche soluzione drastica l’ho adottata come l’utilizzo della “lista” che mi ricorda tutto quello che devo leggere e che solitamente cerco di rispettare nell’ordine stabilito tranne che in estate!    Ecco qui! Ho risposto a tutte le domande! E ringrazio Alessandra per la nomination… 🙂   Quali sono le regole per partecipare? Ovviamente queste!

  • Ringraziare il blog che ti ha nominato ed assegnato il premio, linkando il suo blog nel post;
  • Inserire il “widget” o “gadget” del premio nel post;
  • Rispondere alle domande che i blogger ti hanno posto;
  • Formulare 11 domande per gli 11 candidati che hai menzionato;
  • Informare i blogger del premio assegnato;
  • Indicare le regole.

Precisando che, essendo questo il periodo di post del genere e che più o meno i blog che frequento sono tutti orientati a non partecipare a questo genere di post o sono già state nominate/i da altri, non mi aspetto risposte – quindi niente accidenti! –  ma li devo nominare secondo le regole e quindi nomino:

E visto che sono pigra io vi rimetto le domande che sono state fatte a me e che mi sembrano decisamente interessanti:
 1) Cosa stai leggendo? 
2) Per te qual è la storia d’amore più bella di tutti i tempi e perché? (Puoi citare libri, film ma anche raccontarmi come si sono conosciuti i tuoi nonni…vale tutto :))
3) Passatempo preferito?
4) Consiglia due libri imperdibili, due libri che secondo te tutti dovrebbero leggere.
5) A cosa pensi prima di addormentarti? 6) Qual è un sogno che vorresti realizzare?
7) Mini-vacanza. qual è un posto in Italia che consiglieresti per trascorrere un bel weekend?
 8) Qual è un post del tuo blog che ti piace particolarmente? Linkalo.
9) Perché alle persone piace il tuo blog?
10) Hai comprato qualcosa con i saldi?
11) Se potessi migliorare la tua vita cosa sarebbe la prima cosa che cambieresti? 
12) E perché non lo fai? (Bonus, domanda solo per coraggiosi!)
 

Buon pomeriggio e buone letture,
Simona Scravaglieri

6 thoughts on “Liebster Award 2016

  1. Tu lo sai perché sicuramente l'hai già letto il precedente post dedicato al Liebster Award, quindi sai anche che risposte ho dato alle domande fatte da clacca.
    Comunque, visto che gentilmente mi hai nominata, rispondo anche a qualche domanda tua (che poi sono di Una lettrice).

    – A cosa pensi prima di addormentarti?
    Invento delle storie partendo da cose che mi sono realmente accadute, ma pensando a un'altra persona come protagonista. E se quel giorno avesse piovuto? E se invece di attraversare avesse continuato sul marciapiede? Mi addormento sempre prima di vedere come va a finire, ma il giorno dopo quella storia non me la ricordo già più.

    – Mini-vacanza. Qual è un posto in Italia che consiglieresti per trascorrere un bel weekend?
    L'Abruzzo. Dove caschi, caschi bene. Facciamo che vi consiglio la zona Atri-Pineto e peselli intorno, così si può andare al mare a Pineto e poi a cena ad Atri, che è un paese davvero bello esteticamente. Sembra di stare in un piccolo presepe.

    Like

  2. Davvero particolari i due imperdibili che hai scelto!(E ammetto di aver cliccato sul link per sapere cosa fossero i quilt…)

    Like

  3. Io avrei qualche problema a consigliare libri che chiunque dovrebbe leggere perché quelli che più ho amato sono roba tosta, che, se letti al momento sbagliato o da persone particolarmente sensibili, potrebbero fare male. Penso alla Kristof, a Dagerman o a Izzo.Due autori che potrei consigliare a tutti sono Antonio Tabucchi (per citare un titolo, Requiem) e Raymond Queneau (Zazie nel métro).

    Like

  4. Eh lo so, in Italia sono poco conosciuti i quilt con i loro vero nome, di solito li chiamano “Patchwork” che è la tecnica con la quale si compongono i top ovvero la parte superiore. Per i libri consigliati, chiunque mi abbia conosciuto de visu ti potrà confermare che ovunque faccio una “capa tanta” quando mi capitano a tiro (quello dalle Cohen l'ho persino regalato a LIbrangolo Acuto per il compleanno!). Sono davvero due libri secondo me imperdibili, estremamente diversi, ma sicuramente da conoscere… e tu? quale libro mi consigli? Me curiosa 😀

    Like

  5. Quello di Raymond Queneau dovrei averlo da qualche parte, prima o poi lo ritrovo e lo leggerò. Della Kristof ho la trilogia che, anche quella, prima o poi leggerò, Izzo sono ancora indecisa se dargli una possibilità o no mentre Dangerman mi manca devo ammettere, approfondirò. Tabucchi per ora passo 😀
    Io trovo che consigliare un libro che ci è piaciuto ci permette di farci conoscere meglio dagli altri. Certo, secondo questa teoria, io son una folle perché consiglio sempre libri diversissimi fra loro, ma non ci posso fare nulla io sono fatta proprio così! 😀 Comunque grazie dei consigli, questo we, potrei dare una bella rovistata fra i libri da leggere alla ricerca dei titoli che so di avere ma non ricordo la loro esatta ubicazione – maledetti traslochi e maledetta la mia mania di vedere tutto subito messo a posto! -.
    Buona serata!

    Like

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

Connecting to %s

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.