#blognotesPL #sonotuttestorie a "Più libri più liberi"

E finalmente siamo all’inizio della “quasi settimana” del libro a Roma, è partita “Più libri più liberi“! La foto rende l’idea della distanza da casa mia al punto, indicato con il dito, dove si trova il Palazzo dei Congressi? A proposito, visto che panorama si vede dal mio posto auto? 
I primi ad arrivare e ad aprire la giornata di #blognotesPL sono stati Diana (Non riesco a saziarmi di libri) e Andrea (Un antidoto contro la solitudinee poi Laura (Il tè tostato). Loro sono decisamente più bravi di me che alle 11:00, dopo aver organizzato la casa per accogliere Daniela di Appunti di una lettrice e Miryam , stavo ancora cercando un posto per la macchina! 
Quest’anno il tema della fiera è #sonotuttestorie da raccontare e, in effetti, di novità ce ne sono decisamente molte. Parecchi editori nuovi tra cui, per la prima volta a Roma, ho visto Edicola Ediciones che avevamo conosciuto a Torino al Salone. Edicola è una casa editrice che si divide fra Italia e Cile con pubblicazioni sia in italiano che in spagnolo portando in Sud America autori italiani e qui autori cileni.

Il bello delle fiere è la possibilità di incontrarsi e scambiare quattro parole con gli editori e anche quella di vederli nel contatto con il pubblico e nei rapporti fra di loro. Spesso e volentieri infatti, in questi momenti dedicati alla piccola e media editoria, l’aria è più rilassata e il rapporto è meno formale. Editori che sono stati subito messi alla prova da un’apertura caratterizzata dalla presenza corposa delle scuole che, trovando la possibilità di guardarsi intorno con tranquillità perché arrivati molto prima degli altri, hanno potuto prendere parte ai primi laboratori e curiosare negli stand che riuscivano a catturare la loro attenzione. Tra quelli presi d’assalto c’è stata Las Vegas edizioni che, dallo scorso anno, riscuote parecchio successo con la sua ruota della fortuna e con le sue proposte a tinte sgargianti di narrativa. Colori e titoli parlano sempre già da soli.
Psssss… pssss… Io non vi ho detto nulla, ma Bacchilega, l’autore de “I romagnoli ammazzano al mercoledì” sarà in fiera fra venerdì e domenica e io vi consiglio caldamente di cercarlo e farvi raccontare da dove gli è venuta l’ispirazione per scrivere una storia così particolare! 

Las Vega Edizioni

 Discorso diverso per Spartaco edizioni che invece conquista ogni passante curioso che si ferma con il competente Ugo che prima lascia guardare gli stupiti ospiti e poi li conquista commentando minuto per minuto i  vari titoli, passando con la stessa dedizione e puntualità dal premio Granta, Maggie Gee (qui è presente The White family), alla saggistica di Marco Ehlardo (citato in Terzo settore in fondo e Fratello John e sorella Mary). Poi andando avanti e indietro sono riuscita a cogliere questo incontro del tutto inusuale… sapete chi è il tipo con la maglietta rossa?

Spartaco Edizioni

Il tipo in questione è Giulio Perrone autore Rizzoli del bel libro “L’esatto contrario” e, prima ancora, editore della omonima casa editrice romana che pubblica anche Giuseppe Aloe (di cui recentemente è uscito “Ieri ha chiamato Claire Moren” e scelto fra i papabili allo Strega nel 2013 con “La logica del desiderio“) e che ha pubblicato per la prima volta un autore molto promettente come Francesco Leto con “Suicide Tuesday” (qui citato per il suo secondo lavoro pubblicato con Edizioni Frassinelli Il cielo resta quello) regalandoci una voce potente del tutto inusuale, che ha veramente molto da aggiungere al panorama culturale italiana.
Vi segnalo questo concorso indetto da Spartaco edizioni perché è interessante per chi viene in fiera: chi posterà foto dei libri Spartaco su Instangram e otterrà il numero più alto di like otterrà i libri della casa editrice Spartaco per tutto il 2017… anzi no, facciamo così, io non vi ho detto nulla… ma domani se pubblico foto su Instangram datemi più like che potete va!! Aiutate i poveri blogger a raccontarvi dei bei libri! 😜

Gli editori non parlano solo fra loro, spesso lavorano, incontrano agenti, concludono accordi e contratti, curano le relazioni pubbliche con blogger e lettori e curano quelle virtuali dalle loro pagine… come ad esempio fa Gorilla Sapiens, talmente impegnata a controllare il lavoro da remoto da non accorgersi dello scatto rubato, per il quale, probabilmente domani verrò cazziata (le signore Gorilla non amano essere fotografate, ci tengono a rimanere nel nostro immaginario come piccole e carinissime Gorilla verdi!). Gorilla Sapiens sarà protagonista del reading delle 18:00 al Caffè letterario insieme ai suoi autori e, vi assicuro che è un evento imperdibile! Quindi se siete qui non fate i pigri che ci sono anche le sedie comode e presentatevi per tempo!

Gorilla Sapiens

Un’altra presenza da tenere sott’occhio è Pascal Manoukian con Derive, autore di 66thand2nd  che sarà presente sabato e domenica in fiera e in particolare sabato sarà protagonista di un reading e di una intervista alle 18.00 sempre al caffè letterario. Il libro di Manoukian, che con questo lavoro ha vinto il Prix première 2016, che è un reporter racchiude tre storie di uomini che si trovano costretti a far armi e bagagli per scappare dalla loro terra natia per motivi diversi (la crisi, la guerra e la devastazione) e che dopo un lungo percorso si ritrovano in una terra che non gli appartiene ma dove devono lottare lo stesso per la loro sicurezza. In questo momento il tema della migrazione è scottante; tante voci si affollano nel dibattito e spesso non sono così competenti. Manoukian -di cui ci metterò un anno a pronunciare correttamente il cognome!- è nato in una famiglia armena scappata dalla Turchia in Francia per evitare il genocidio e fornisce al dibattito in corso la voce competente di chi ha vissuto in prima persona tutto quello che comporta una migrazione forzata da motivi di pericolo imminente e che si scontra con culture decisamente differenti rispetto non solo ai luoghi di partenza ma avulsi anche dalle tradizioni di etnia.
Il contributo di 66thand2nd su temi sui quali necessita un dibattito serio e competente sta diventando sempre più interessante e di peso con scelte mirate e di forte impatto anche emozionale e non vanno assolutamente trascurate! Vi ricordo che lo scorso anno ha stupito tutti portando in Italia “In cerca di Transwonderland” di Noo Saro-Wiwa, figlia dell’indimenticato Ken ucciso dal governo al potere perché imprenditore e reporter scomodo, che ha raccontato a tutto il mondo un viaggio nella vera nigeria che nessuno che non sia di quei luoghi potrà fare nello stesso modo. E’ un modo per non dimenticare il padre ma sopratutto per comprendere le ragioni che lo hanno sempre portato a mettere la Nigeria davanti a tutto.

66thand2nd

E’ andata in onda anche l’edizione di #bloggerinstand organizzata da Silvia Bellucci per Edizioni Exòrma e alle 17:00 la blogger ospitata era Daniela che aveva già deciso di conoscere meglio la casa editrice. E’ stata una mezz’ora di discussione fitta fitta che ha permesso di sviscerare quelli che sono i temi interessanti per l’editore, la caratteristica delle collane e i criteri di ricerca e scelta dei testi da pubblicare. Il percorso di Exòrma si sta definendo anno per anno, qualificando ogni collana da testi scelti non solo come viaggi fisici, Exòrma è fra le organizzatrici si #letteraturediviaggio, ma anche viaggi interiori come il bellissimo “Neve, cane, piede” vincitore del Premio Procida 2016 di Claudio Morandini. Mentre Silvia e Daniela cercavano di parlare di libri lo stand è stato preso, come al solito, d’assalto da curiosi che tra uno sguardo e l’altro cercavano di ascoltare consigli e spiegazioni e qualcuno alla fine si iscriveva alla mailing-list di Exòrma che anticipa uscite e offerte ai suoi lettori affezionati.


Exòrma e Daniela di Appunti di una lettrice

Tra le iniziative di #blognotesPL non c’è soltanto il live twitting, le foto e i video ma anche un’iniziativa  abbastanza particolare: vi capiterà di trovare dei libri che hanno la forma di una nuvola di dialogo da fumetto con un disegno appoggiati messi su alcuni libri. Quando li trovate sappiate che quelli sono consigli dei blogger di #blognotesPL! Sono libri letti, recensiti e amati e che vengono consigliati con il cuore del lettore che li guarda anche con una certa nostalgia perché oramai lui li ha letti, mentre voi ancora dovete provare le emozioni della prima volta! Così con Daniela e Miryam siamo andati alla ricerca dei bigliettini che oggi venivano lasciati da Andrea e Diana… E’ stata dura, perché ci sono tantissimi espositori, ma alla fine qualcuno lo abbiamo trovato!
Chissà chi sarà domani a lasciare i bigliettini!?! Seguiteci su Twitter HT #blognotesPL e lo scopriremo insieme!

Caravan Edizioni, Edizioni Arcoiris, Edicola Ediciones

Insomma come al solito non ci siamo fermate quasi per nulla, è stata una giornata frenetica e intensa piena di saluti e abbracci e di presentazioni… Domani secondo round, si parte alla mattina con La nuova frontiera e vi racconteremo di altri e tanti bei libri!
Alle due del mattino posso sinceramente dire che, se ci sono refusi, verranno corretti dopo la pubblicazione, perché la qui presente lettrice oggi è decisamente cotta!
Vi lascio con l’immagine della cena di festeggiamento dell’arrivo di Miryam e Daniela! Buona giornata e per me buona notte!
Per tutti buone letture con ottimi libri!
Simona Scravaglieri



2 thoughts on “#blognotesPL #sonotuttestorie a "Più libri più liberi"

  1. Il problema è che tutte le volte che devo andare devo aggiungere un'ora in più sempre… XD Scherzo! Quest'anno Più libri sembra decisamente una fiera più consapevole e questo è un bene sia per gli editori che per i lettori.. speriamo che continuino così…

    Like

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

Connecting to %s

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.