[Dal libro che sto leggendo] Cometa #BlogNotesMaggio

Cometa è proprio un libro nuovo nuovo ed è uno di quei lavori che raccolgono al loro interno tutta una serie di influenze provenienti degli anni 80-90 del ‘900 e che riescono a reinserirle all’interno di un testo con la stessa forza di quelle immagini con i colori forti che quasi riesci a toccare i capelli cotonati di quei tempi, le finte spalline e a sentire i motorini modificati.
Ha anche una strana magia, ti regala quel senso del proibito che dava a noi ragazzini il poter leggere “Porci con le ali” e al contempo è un po’ come riguardare l’album dei ricordi di tempi passati.

Non ho una vita complessa e un po’ dannata come il protagonista di questa storia, ma sono cosciente di averla vissuta come una spettatrice. I miei genitori, almeno mio padre era grande quando io sono nata, ma molti dei miei amici e coetanei dell’epoca erano figli di genitori giovani che si trovavano in quel momento “di mezzo” in cui la frattura con l’idea della “famiglia tradizionale” si andava ingigantendo anche se non si era preparati sul come questo cambiamento sarebbe dovuto avvenire. Si era in cerca di un nuovo rapporto con i figli, diverso da quello che si rifiutava e combatteva alla fine degli anni sessanta-settanta. E anche noi figli non avevamo ben presente cosa dovevamo combattere della generazione precedente. Da un lato il progresso tecnologico, dall’altro i media che guadagnavano il posto alle nostre tavole e sui nostri divani alla sera e infine l’arrivo di influenze e mode provenienti dall’estero. Tutto questo ci travolgeva tutti, figlie e genitori con il risultato che le nostre vite sono come quelle immagini, forti a volte fastidiosamente sgranate a volte inutilmente puntate su particolari insignificanti ma che, all’epoca ci sembravano importantissimi.
Quindi, quando aprirete questo libro ricordatevi di questa dicotomia generazionale perché è rappresentativa del tono e delle immagini rappresentate.

Difficilmente riuscirete a rimanere indifferenti a questa storia perché diverrà anche un po’ vostra e io ne sono rimasta davvero affascinata proseguendo di pagina in pagina. E’ davvero una chicca che proprio non mi aspettavo e che sono contenta di riuscire a riportare anche in questa rubrica, con l’aiuto di Angela e Giovanni Cannucciari che davvero hanno dato il massimo. Abbiamo scelto di leggere un brano e non il primo capitolo proprio per regalare questo scorcio di cui vi parlavo. Il vecchio del nonno, e il nuovo del nipote si incontrano. Il vecchio suggerisce, impone e spesso sollecita in maniera continua e forse un po’ molesta. Il giovane decide di percorrere il percorso che molti di noi hanno fatto, annuire assertivamente per poi fare sostanzialmente quello che volevamo noi. Assolutamente imperdibile!
Sotto il calendario e i dati del libro. Buon ascolto.

Buone letture,
Simona Scravaglieri

Il pezzo è tratto da:

CometaGregorio Magini
Neo. Edizioni, ed. 2018
Collana “Iena”
Prezzo 15,00€

Ecco il calendario di questa settimana di #BlogNotesMaggio per il #MaggioDeiLibri:

 Vi invito a seguire sui social tutti i blog e i canali per rimanere aggiornati e in aggiunta vi segnalo anche il blog di #blognotes libri, il Tè tostato di Laura Ganzetti Maria Di Cuonzo, Andrea di Un antidoto contro la solitudine e Diana di Non riesco a saziarmi di libri e Paola Sabatini

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

Connecting to %s

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.